Storie Hot

“Spank me, please!” Ecco come ho conosciuto lo spanking paddle!

Un universo intero del quale nei miei primi 34 anni di vita non ero mai stata messa a conoscenza.

I sex toys più assurdi e bizzarri li conobbi solo grazie a lui..l’uomo dei desideri esauditi: Mister X.

Fu proprio questa scoperta a farmi avvicinare al mondo BDSM e sadomaso..

Lo spanking paddle significa per me, emozioni estreme, notti di pura follia e passione.. ma partiamo dall’inizio!

Spank-me-please-Ecco-come-ho-conosciuto-lo-spanking-paddle

Conobbi Mister X in chat, sì una di quelle chat erotiche che sfrutti nei momenti di estrema solitudine. Certamente non mi sarei mai aspettata di riuscire a provare delle emozioni così forti, ma sin da subito, ho capito che con Mister X non mi sarei annoiata per niente..

Dopo qualche settimana di provocatorie chiacchierate e allusioni sempre più hot, le mie fantasie galoppavano all’impazzata e non vedevo l’ora di scoprire chi si nascondeva dietro quel fare da austero burbero.

Il fulcro dei nostri discorsi era sempre il sadomaso e le pratiche BDSM in generale, delle quali io mi feci una rapida cultura..

Sapevo perfettamente a cosa sarei andata incontro scegliendo di vedere Mister X: ma ero pronta!

La mia voglia quella sera era davvero alle stelle.. non vedevo l’ora!

Spank-me-please-Ecco-come-ho-conosciuto-lo-spanking-paddle

Prima del nostro incontro, Mister X aveva stilato un elenco di oggetti necessari e obbligato a indossare quello che lui mi stava proponendo. Io presa da un pizzico di vergogna del momento, scelsi di recarmi all’incontro in abiti ‘normali’, senza indossare nulla di ciò che lui mi aveva imposto.

Non appena si spalancò la porta di quell’immensa stanza d’hotel, io mi resi immediatamente conto che Mister X non scherzava per niente!

Sembrava di essere su un set a luci rosse, pieno di sex toys super eccitanti, frustini, corde e manette..

Dopo brevissimi convenevoli, l’uomo misterioso mi spogliò e mi obbligò a rispondere a tutti i suoi comandi da quel momento in avanti..

Spank-me-please-Ecco-come-ho-conosciuto-lo-spanking-paddle

L’atmosfera era in realtà davvero estrema e super hot, quindi scelsi di lasciarmi andare e acconsentì alla sue richieste..

Accade però che Mister X si accorse che la sua dama non aveva rispettato gli accordi sull’abbigliamento e quando vide il mio intimo, ben lontano da come lui lo aveva descritto, mi afferrò con forza per le spalle e mi voltò..

Mi fece stendere sopra le sue ginocchia, e con violenza mi obbligò a chiedergli di essere sculacciata..

Io, completamente nella parte, non ci pensai due volte e iniziai così il mio lamento erotico: “Spank me, please!”

Ecco il mio approccio allo spanking paddle: lo sentii arrivarmi dritto sulle natiche mentre sentivo sotto di me, la sua erezione crescere assieme alla sua voglia di sculacciarmi e farmi male!

Quella paletta, fredda e dura mi colpiva con forza e ad ogni colpo, sentivo la mia pelle formicolare sempre di più.

Ero immobilizzata: lui con una mano mi teneva fermi i polsi e con l’altra mi sculacciava a più non posso!

Avevo voglia di continuare quell’assurdo gioco e non vedevo l’ora di scoprire come sarebbe andata a finire!

Una nottata da ricordare.. il sesso come non lo avevo mai vissuto prima!

Inutile dire, che fu la nottata più folle e passionale della mia vita!

Mister X, si è rivelato esattamente per quello che aveva detto di essere e ho davvero testato il sesso estremo come lui mi aveva promesso!

Lascia un commento